Qualcuno che ti protegga

Francesco Zampa

Parigi, 1947. René ha poco più di vent'anni e vive accampato in un seminterrato. Lavora come mozzo, dice lui, in una rivista di ricerca storica parigina, Liberté!, che gli permette di seguire la sua passione per la storia contemporanea.

Ha un rapporto difficile con la madre Stella, un'insegnante di danza che si è fatta in quattro per crescerlo nella Parigi occupata, schivando con abilità i rastrellamenti degli Ebrei, e soffre per la mancanza del padre mai conosciuto. Quando il suo giornale riceve la notizia di clamorose rivelazioni sui Ranger che conquistarono la casamatta a Pointe-du-Hoc, Henri, il capo-redattore, lo invia sul posto per approfondire.

A sostenere questa ipotesi oltraggiosa della memoria dei vivi e dei morti, è un certo Gaillard. "Non tutti i Ranger furono eroi", dice, "perché io passai la giornata del 6 giugno nascosto dai bombardamenti in una capanna, in compagnia di uno di loro". René ha sempre ammirato l'operazione di quel manipolo di coraggiosi, ma non può esimersi dal ricercare la verità in quella storia. Da qui, sullo sfondo della Terza Commemorazione dello Sbarco, René, a cavallo di due continenti, troverà inaspettatamente l'abbrivio per risolvere in maniera definitiva i molti nodi della sua esistenza.

Genere: narrativa storica, romanzo di formazione
Pagine: 150
Prezzo: 2,99€ (ebook) - 6,23€ (cartaceo)
ISBN/ASIN: 9781311880628/B01ECE5NEC
Acquistalo qui:
amazon kobo

Perché l'abbiamo scelto

Qualcuno che ti protegga è un romanzo delicato e piacevole, a tratti commovente.
La ricostruzione storica è precisa e ricca di riferimenti, riportati puntualmente nelle note finali. Ancor prima che storico però, si tratta di un romanzo di formazione, il cui protagonista è impegnato nella ricerca del suo posto in un mondo tutto da ricostruire, dopo la II Guerra Mondiale.
E questo è uno dei punti di forza del libro: Zampa, infatti, riesce a dipingere il sacrificio delle popolazioni stravolte dalla guerra in modo realistico e coinvolgente, e sa trasmettere con trasporto i sentimenti del giovane protagonista, che ha sofferto la mancanza di un padre più della persecuzione nazista.

Hai letto questo libro?

Se ti è piaciuto lascia un tuo commento!

Invia la tua recensione

Non ti ha convinto? Raccontaci perché!

Segnala il romanzo